Home

Il bando di concorso è chiuso

Non ci speravamo. A luglio, a ridosso del lancio del concorso, avevamo fatto delle scommesse: “Quanti progetti arriveranno?” ci dicevamo. “Se arrivano 50 progetti possiamo dirci contenti”. Nessuno, però, aveva la più pallida idea di come sarebbe andata. Non è stato così. Abbiamo ricevuto 160 progetti, in prevalenza da artisti, architetti, creativi e innovatori, che hanno interpretato con grande libertà i tre temi oggetto del concorso.

Non solo i progetti si sono caratterizzati per forte originalità e visione, ma sono giunti da luoghi e traiettorie diversissime. Jazzi è arrivato lontano, sia in termini di spazio, che in termini di irraggiungibilità. Sono stati inviati progetti da quattro continenti, ma come speravamo moltissimi anche dal nostro Sud, protagonista indiscusso del percorso Jazzi. Quando un’idea riesce ad arrivare così lontano, ma al contempo interessare la prossimità, da una parte significa che le intuizioni sono state corrette, che c’è una potenzialità inespressa che potrebbe attivarsi. Dall’altra che ora la responsabilità di decisione, attivazione e produzione culturale sul territorio non è più solo un’opzione, ma è doverosa rispetto a chi su questo percorso ha creduto e investito energie.

Ci avete regalato visioni: vi promettiamo che non andranno disperse e verranno mantenute nella seconda prossima fase progettuale.

Dei 160 progetti inviati, come associazione abbiamo individuato 15 proposte che maggiormente hanno rispecchiato le molte richieste che avevamo fatto.

La giuria internazionale, composta da Mario Cucinella, Franco Farinelli, Joseph Grima, Ugo La Pietra, Chris Torch, si è riunita, ha discusso e valutato i progetti, portando contributi e visioni personali.

Ecco i tre vincitori:

 

1.Muricinari

L’idea proposta utilizza una pratica di uso quotidiano – la costruzione dei muretti a secco – per operare un recupero della memoria e delle tradizioni cilentane che può attivare la comunità con un intervento dal forte impatto visivo.

L’utilizzo della pietra locale non solo è sostenibile, ma si rivela uno strumento di rigenerazione delle peculiarità territoriali, celebrando la pratica antica dei terrazzamenti che si fonda sul sapere artigiano e diviene memoria quando coniuga il patrimonio culturale immateriale con quello materiale. Muricinari è un’idea vincente per la sua semplicità e concretezza, che interpreta in modo epico e intuitivo gli obiettivi del bando.

Premio 15000 euro

Autori: Andreco + De Gayardon Bureau + Paride Piccinini

Andreco unisce una formazione scientifica, dottorato in Ingegneria Ambientale, collaborazioni con Università di Bologna e Columbia University di NYC sulla gestione sostenibile delle risorse in diverse condizioni climatiche, con un percorso artistico che investiga i rapporti tra spazio urbano e paesaggio naturale. De Gayardon Bureau interpreta il progetto come opera aperta e collettiva: un processo di continua esportazione, contaminazione e intensificazione che vede nello spazio pubblico il principale luogo di ricerca. Paride Piccinini è laureato in Ingegneria Edile – Architettura del Paesaggio e titolare di un Master in Interior Design presso NABA di Milano. Dal 2009 Andreco, de Gayardon Bureau e Paride Piccinini collaborano a progetti e concorsi di architettura e paesaggio.

Portfolios: www.andreco.org | www.andreco.org/portfolio/portfolio/ | http://www.degayardonbureau.com/

 

2.Reboot Feelings

E’ un percorso sensoriale che offre a ciascuno dei cinque sensi un’occasione di incontro con la natura e l’ambiente.

Una azione poetica di valorizzazione dei segni del territorio che si trasformano in opere d’arte delicate e sostenibili, un ponte teso tra la dimensione ambientale e quella artistica, che genera armonia ed equilibrio tra i due elementi.

La forza delle suggestioni visive racconta la centralità dell’individuo e del corpo che abita il paesaggio con tutte le sue possibilità percettive.

Premio 10000 euro

Autori: gruppo COBET

Il gruppo «COBET» è nato nel 2014 da un gruppo di ex studenti del Moscow Architectural Institute. Il giovane collettivo ha realizzato cinque progetti e preso parte a svariate gare di architettura. Il gruppo è composto da: Ilya Ternovenko (team leader), Alexander Alyaev, Elena Borisova e Marina Skorikova

Portfolio: il sito è in costruzione.

Per visionare alcuni progetti: https://yadi.sk/i/iNXWWGTHyErQj

 

 3.#Discotecajazzi topografia narrativa cilentana

I sentieri generati dalle capacità narrative delle persone che li attraversano sono il focus della proposta. L’idea del recupero della tradizione orale attraverso un processo di co-creazione con la comunità si configura come una proposta di rigenerazione attiva dell’area cilentana, fondata su una pratica antica come la transumanza.

La scelta di dare vita a processi culturali convergenti, frutto della coesistenza tra generi e modalità espressive differenti, rappresenta un modello inedito di intervento territoriale.

Premio 5000 euro

Autrice: Luana Wojaczek Perilli

Luana Wojaczek Perilli è nata a Roma nel 1981 e vive e lavora tra Roma e Berlino. La sua ricerca indaga le relazioni tra la dimensione individuale e quella collettiva, tra natura e cultura a partire dal campo della memoria e delle narrazioni fino alla scienza, alla sociobiologia e agli effetti sociali. E’professore all’Accademia di Belle Arti di Roma ed è stata docente presso Cornell University a Rome. Ha fondato e sviluppato lo spazio d’arte no profit 26cc a Roma.

Portfolio: http://www.luanaperilli.com

 

Speriamo che vi piacciano, e che anche voi, come noi, siate in trepidante attesa di poter attraversare i percorsi lenti modificati, condividere il cambiamento potenziale che questi progetti raccontano. Questo, torniamo a ripeterlo, è solo l’ inizio.

Proseguendo nella lettura potrete rivedere i quindici finalisti.

Leggi tutto

Il cammino è ciò che inizia ad un passo dal buio

Di Luigi Nacci. Ci sono estati chiuse come scatole, sigillate. Sono estati che trascorri in una stanza, in ufficio, o su un letto d’ospedale, in...

Leggi tutto

La valle della luna

di Jack London. Proseguirono a sud, lungo la costa, cacciando, pescando, nuotando e comprando cavalli. Ora Billy si serviva dei vapori per inoltra...

Leggi tutto

Partner

Patrocini